Oggi tutte le aziende italiane hanno la possibilità di organizzare nella propria impresa corsi di formazione completamente finanziati per svolgere percorsi di crescita aziendale per i propri dipendenti.
La formazione è fondamentale in qualsiasi contesto organizzativo per essere competitivi e per raggiungere e mantenere importanti traguardi di crescita aziendale. A sostegno delle aziende esistono diversi strumenti di supporto finanziario allo svolgimento delle attività formative.

  • Fondi Interprofessionali
  • Fondo Sociale Europeo
  • Corsi di formazione in aula
  • E–learning
  • Le aree tematiche

I Fondi Interprofessionali sono risorse finanziarie a disposizione delle imprese, gestiti da organismi autorizzati, di natura associativa e costituite dalle associazioni datoriali e da quelle sindacali. Possono essere utilizzati da tutte le aziende, di tutti i settori, per finanziare le attività di formazione continua dei propri dipendenti. L’iscrizione ai Fondi è volontaria e gratuita.
Secondo quanto previsto dalla Legge 388 del 2000, le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS del monte salario di ogni singolo dipendente ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali. Ogni impresa può aderire solamente ad un Fondo, anche di settore diverso da quello di appartenenza. L’adesione è revocabile: ha validità annuale e si intende tacitamente prorogata, salvo disdetta.
I Fondi Paritetici Interprofessionali finanziano piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese in forma singola o associata decideranno di realizzare per i propri dipendenti. Inoltre possono finanziare anche piani formativi individuali, nonché ulteriori attività propedeutiche o comunque connesse alle iniziative formative.

Richiedi maggiori informazioni

Il Fondo Sociale Europeo (FSE) è uno degli strumenti finanziari dell’Unione Europea finalizzato a promuovere la coesione economica e sociale e a ridurre le disparità esistenti tra gli Stati e le diverse Regioni dell’Unione. Nell’ambito della politica di coesione, l’FSE ha il compito di migliorare le possibilità di occupazione e di impiego, favorendo un alto livello di occupazione e nuovi e migliori posti di lavoro. Sostiene inoltre azioni volte a rafforzare la produttività e la competitività e a promuovere la crescita economica e lo sviluppo sostenibile.
Il Fondo Sociale Europeo, in attuazione alla Strategia di Lisbona, interviene nei settori dell’istruzione e della formazione aumentando la partecipazione al mercato del lavoro delle persone inattive, combattendo l’esclusione sociale e promuovendo l’uguaglianza tra uomini e donne e la non discriminazione.
Legge 236
La Legge 236/93 è una legge – quadro, che con l’Art.9, comma 5 istituisce il Fondo unico per la formazione professionale e disciplina il finanziamento di interventi in favore di lavoratori occupati in posizione di lavoro dipendente o di lavoratori appartenenti a specifiche categorie. La Legge 236/93 consente alle aziende di ottenere contributi per la realizzazione di progetti di formazione continua, ossia attività che favoriscano un adeguamento o miglioramento delle competenze professionali dei lavoratori.
Le attività formative si rivolgono a soggetti adulti e occupati e hanno l’obiettivo di rafforzare la professionalità dei lavoratori al fine di ottimizzare le loro potenzialità in sintonia con l’innovazione tecnologica ed organizzativa dei processi produttivi.
Una svolta nella strategia attuativa della Legge 236/93 si è sostanziata con l’emanazione del Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro del 2009 che ha dato un’impronta anticrisi alla Legge 236/93, permettendo il finanziamento di piani straordinari di intervento ai sensi della Legge 2/09, di voucher individuali a favore dei giovani disoccupati, e l’utilizzo delle risorse anche per interventi a favore di lavoratori colpiti dalla crisi.

L’offerta formativa in aula si distingue tra corsi finanziati e a pagamento “cash”, svolti in modalità interaziendale.
I corsi trattano tematiche trasversali a più aziende che decidono di formare il proprio personale tramite corsi di formazione svolti all’esterno delle proprie strutture, in aule dislocate sul territorio di riferimento. Questa tipologia di corsi è rivolta principalmente alle micro imprese e presenta percorsi formativi più standardizzati rispetto ai corsi in azienda, dove il percorso formativo viene costruito su misura.
Il catalogo dei corsi di Formazione in Aula propone un’offerta formativa ampia, ispirata alle esigenze reali delle aziende e del contesto economico di riferimento, nel quale operano.

Con la formazione in modalità E – learning oggi è possibile fare formazione comodamente dalla propria postazione di lavoro attraverso l’utilizzo di piattaforme multimediali.

L’utente accedendo semplicemente ad un sito internet può trovare il materiale dei corsi e svolgere l’attività formativa a distanza. Il tutto con molteplici vantaggi sia per l’azienda che per il lavoratore stesso, quali la comodità, la flessibilità degli orari e il risparmio a livello di costi e di tempo, senza incidere sulla qualità dell’attività formativa stessa.

L’offerta formativa che possiamo offrirti copre trasversalmente tutte le aree di competenza per l’azienda, dal controllo di gestione alla business intelligence, dalla qualità all’ambiente e alla sicurezza, dai modelli organizzativi 231 ai sistemi di gestione dell’etica aziendale, dal marketing alle tecniche di vendita, dalla formazione per la ricerca e l’innovazione tecnologica al project management. Non mancano inoltre i percorsi tradizionali dell’informatica, delle lingue e un comparto dedicato al settore agroalimentare.
A seconda della tipologia formativa, i corsi possono trattare gli argomenti in modo più generale oppure approfondire, a seconda del singolo caso, aspetti più specifici

Smart Learning Srls - Sede: Via Monte Bianco 32 - 01100 Viterbo (VT)
Iscrizione REA Viterbo n. 131984 - P.IVA 02235330566 - Numero Verde: 800-82.12.42 - Email: info@thenewenglandschool.com